MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

mercoledì 12 luglio 2017

Le articolarie (#MIA17)

Sollecitato da alcuni di voi, torno sul tema della simpatica goliardata: il Macchia Nera Award, la manifestazione che ci ha visto vincitori nel 2015 e nel 2016, il che, come sapete, ha suggerito agli organizzatori di eliminare, in quanto poco rilevante, la categoria "economia", nella quale comunque non c'era partita.

Qualcuno di voi ha espresso valutazioni critiche verso questa decisione. Non le condivido, per almeno tre motivi:

1) perché era del tutto prevedibile (e non sono tenuto a trovare interessante il fatto che domani il sole sorgerà alle 5:47);

2) perché se vincere è piacevole, stravincere è noioso: la mia ansia di competere ha bisogno di nuove sfide;

3) e, infine, perché non è la prima volta che qualcuno decide di cambiare le regole dopo una nostra affermazione eclatante.

A chi si stupiva di questo modus operandi (o forse non credeva alle mie parole), come l'amico Nardelli, propongo un esempio: il Premio Canova. Nella pagina ufficiale del premio trovate questa regina probationum:


Strano, vé? Proprio nell'anno successivo a quello della mia vittoria, il Club Canova ha deciso, per diventare "autorevole", di affidare la selezione del vincitore non al voto espresso dai membri del Club (evidentemente ritenuti non autorevoli, forse perché avevano dimostrato libertà di spirito, che, come Keynes ci ricorda, nel mondo finanziario non è considerata una qualità), ma a una giuria di economisti autorevoli (qui un esempio). Viene da sorridere con affetto. Ricordo con una certa tenerezza il patema d'animo dell'allora presidente della prestigiosa istituzione, uomo di una nota banca d'affari, nell'accogliere in sede uno che stava semplicemente scrivendo in italiano (lingua con cui la comunità finanziaria ha scarsa familiarità) alcune verità elementari universalmente riconosciute dalla letteratura scientifica internazionale (con cui la comunità finanziaria ha altresì poco da spartire, soprattutto in un ambiente intrinsecamente conformista come quello italiano).

Bisognava essere molto provinciali per vedere in me un pericoloso agitatore, ma erano altri tempi...

Constato, con molta serenità, che cambiando le regole non mi pare che il club abbia accresciuto il proprio prestigio (e me ne spiace), per il semplice motivo che, come ho notato, con questa operazione in re ipsa si negava che i suoi membri avessero capacità di discernimento.

Tuttavia, contenti loro, contenti tutti: io ora gioco in un altro campionato. Questo breve amarcord vale quindi solo come esortazione a stare tranquilli: è business as usual... e, as usual, vinceremo!

Vi propongo quindi l'esito delle votazioni online svolte sul blog (dove? come? quando? Bè: non sono fatti vostri, altrimenti che votazioni online sarebbero!?). A spoglio delle schede avvenuto, tenuto conto delle regole, che impongono di:

1) esprimere almeno otto preferenze;

2) non votare più di quattro volte lo stesso sito in categorie diverse;

è emerso questo orientamento:


1) Miglior articolo: http://vocidallestero.it/2017/03/14/perche-gli-stati-uniti-hanno-bisogno-di-liberarsi-delleuro/
2) Miglior community: http://goofynomics.blogspot.it/ 
3) Miglior youtuber-videomaker: http://www.byoblu.com/
4) Miglior pagina FB: https://www.facebook.com/feudalesimoeliberta/
5) Miglior tweeter: https://twitter.com/EuroMasochismo
6) Miglior sito satira: http://www.lercio.it/
7) Miglior sito politico-d'opinione:http://goofynomics.blogspot.it/
8) Miglior hashtag: #maleichenesa
9) Miglior sito: http://vocidallestero.it/

Vi ho fornito nove scelte, dovete esprimerne almeno otto, potete lasciarne cadere una, ma non di quelle in grassetto, e potete anche aggiungerne altre, ma senza trascurare quelle in grassetto e evitando di ripetere goofynomics in altre categorie (il voto è quasi libero, come vedete...).

Vorrei brevemente discutere con voi la selezione effettuata

Come miglior articolo ho scelto quello tradotto da vocidallestero, per diversi motivi: perché ha un certo valore pedagogico; perché è conciso; perché nella sua versione originale è stato citato dal Financial Times e ha ricevuto complimenti di persone autorevoli (non vi faccio la lista). Penso che abbia una sua efficacia, e che aiuti i lettori a mettere i nostri problemi nella giusta prospettiva. Non mi interessa che vinca, ma è importante che arrivi in nomination, anche perché questo dà una spinta indiretta a vocidallestero.

Vocidallestero ve lo propongo anche come miglior sito. Una scelta forse un po' velleitaria: magari non riuscirà a sfondare. Mi sembra però necessario premiare un sito che è sempre stato sinergico col nostro progetto, che compie un'importantissima funzione civile di informazione, al quale collaborano tanti soci di a/simmetrie (e miei amici), e che ha fatto un importante sforzo di restyling. L'essenziale è che qualcuno ci clicchi: male non gli farà.

Sempre a proposito di amici, ho scelto come miglior tweeter Euromasochismo. La scelta è stata sofferta, perché di ottimi tweeter, migliori di me, ce ne sono molti nella nostra cerchia: a partire dall'inarrivabile Claudio, passando per Massimo D'Antoni, Vladimiro Giacché, ecc. Tuttavia, mi sembrava importante spingere l'immortale autore di facciamocome.org, anche in virtù del fatto che sta per uscire una sua importante fatica letteraria, che verrà presentata al #goofy6. Forse non dovevo dirvelo, ma ve l'ho detto...

Claudio Messora è un personaggio controverso e presumo che alcuni di voi storceranno il nasino. Tuttavia, io non dimentico l'intervista che mi fece cinque anni fa, un'intervista che ha portato qui molti di voi. Posso ogni tanto non essere d'accordo con lui, ma considero Claudio un amico (anche se qualche volta i suoi toni non sono quelli - perfetti - dell'intervista del 2012) e vi sarei grato se lo sosteneste in un momento in cui ne ha bisogno.

Oggettivamente, noi siamo il miglior sito politico-d'opinione, e credo che sia piuttosto facile dimostrarlo a eventuali passanti: basterà fare un elenco parziale di tutte le volte che siamo riusciti ad anticipare le tendenze politiche in atto, e l'inevitabile esito dei processi politici in corso.

Ricordo a chi si fosse messo a leggere in questo momento che questo blog:

1) venne aperto prevedendo il fallimento del salvataggi di Monti il giorno stesso in cui Monti prese servizio, e questo non lanciando in aria una monetina, ma argomentando che poiché la nostra crisi visibilmente non dipendeva dal debito pubblico, curarla con l'austerità l'avrebbe aggravata. Questa diagnosi è stata fatta propria dai farisei del mainstream con quattro anni di ritardo, nel corso dei quali i loro sodali hanno massacrato il nostro paese.

2) previse il giorno stesso dell'insediamento di Hollande che Hollande avrebbe fallito, e questo non leggendo i fondi del caffè, ma la dinamica dei saldi settoriali francesi. Le cose poi andarono come avevamo previsto: Hollande resta l'unico presidente che non si sia ripresentato nella recente storia francese (fatto salvo il caso di un assente giustificato). Vi ho raccontato altrove quanto tempo i merdia mainstream ci misero a capire quello che per noi fu chiaro dall'inizio.

3) argomentò immediatamente che Tsipras avrebbe fallito, e questo non leggendo la sfera di cristallo, ma constatando che la strada che questo traditore del suo popolo intendeva percorrere, quella di un euro senza austerità, era contraddetta dalla logica economica. Indipendentemente quindi dalle dinamiche soggettive, dalle buone o cattive intenzioni del figuro (sulle quali ho le mie idee e alcuni riscontri), c'erano processi oggettivi in atto che facevano di lui quel piccolo Papademos che poi è stato, e continua a essere.

Mi fermo qui. Questo blog è costellato di QED, i quali hanno in comune un filo conduttore: quello di esemplificare come l'analisi economica possa anticipare in modo piuttosto preciso l'esito di certe dinamiche politiche (con buona pace degli imbecilli che "erprimatodaapolitiga"). Quindi noi siamo un sito politico, e siamo anche un sito di opinione: la facciamo qui, e la facciamo dove ci chiedono di farla: nell'ultimo anno ci è capitato di farla sul Financial Times, sulla CNN, ecc. L'autorevolezza che abbiamo conquistato dipende anche dalla formula totalmente innovativa che abbiamo scelto: quella di non parlare a tutti, e di mirare alla qualità. Non si contano gli articoli di questo blog che, scritti magari per rispondere alle cialtronate di qualche sgherro dei media, sono diventati poi articoli in classe A (pensate ad esempio al De benza italica, finito poi su Energy Policy...). In questo modo, con passione civile, rigore scientifico, e tanto, tanto lavoro, siamo riusciti a fare opinione rendendo autorevole un tema che a tutti sembrava inavvicinabile, anche ai simpatici evirati che ne sapevano benissimo la fondatezza scientifica, ma che per quieto vivere preferivano non disturbare il manovratore...

Eh, sì: giova ricordare, oggi che tutti (tranne qualche povero imbecille sorpassato dai fatti e probabilmente giudicato expendable da chi lo paga...) riconoscono l'irrazionalità del Fiscal compact, che quando esso venne firmato non fummo in molti a denunciarne i pericoli (per inciso, rileggendo quel post noterete che servi si nasce...).

Quindi noi siamo il migliore, anzi, l'unico sito politico e di opinione: siamo l'unico sito che si sia rivolto alla polis per aiutarla a interpretare le opinioni autorevolmente espresse nella letteratura scientifca dai migliori studiosi internazionali di economia e di politica. Niente a che fare con la marmaglia di cialtroni animati dal coraggio delle idee altrui, tuttora egemone sui media tradizionali (ma sempre meno seguita sui social media).

E, ma questo non devo spiegarvelo, voi siete anche la migliore community italiana, perché siete la community degli italiani migliori: quelli che amano il proprio paese e i propri concittadini, e ritengono che questi ultimi abbiano il diritto di governarsi da soli, e siano sufficientemente adulti da poter affrontare senza governante la conseguenza di eventuali scelte sbagliate, come pure di godersi senza vederselo derubare il frutto di eventuali scelte giuste.

Bene. Ora sapete cosa fare, e perché farlo. Vi resta solo da farlo, e per questo potete andare a votare fino al 22 luglio sul sito del MIA17. Ricordo ai diversamente attenti che queste sono le nomination: seguiranno le votazioni, in occasione delle quali dovrete scegliere fra i nominati in ogni categoria. Intanto, però cerchiamo di essere nominati: fate il vostro dovere ora, e fatelo fare a chi vi è vicino.

Per quanto possa sembrare un'operazione banale, è comunque un modo per contarci...

86 commenti:

  1. Fatto il mio dovere, dopo averne prima fatti altri due: il 5 x 1000 ed una piccola donazione. Grazie a Lei, nel mio piccolo, sto cercando di mettere a frutto in "politica" le cose che ho imparato e seguito ad imparare dal blog, dai suoi libri e da quelli che ho letto poi.

    RispondiElimina
  2. Mamma mia, prof. Sono doppiamente, triplamente, quadruplamente commossa. Grazie e ad maiora, sempre.

    RispondiElimina
  3. Vedrai che ci sarà qualcuno soprattutto del PDeuro che dirà che i tuoi "seguaci" sono persone prive di personalità e di capacità di libera scelta; Bagnai ha deciso di votare 8/9 siti e lascia solo una possibilità di scegliere, fuori da ciò che ha imposto.
    Plagiati dal guru!
    Qui succede spesso, che si scelga in linea con i pareri di Alberto, e ciò dipende da un rapporto di fiducia e di stima pluriennale basato sulla verità scientifica sperimentata a posteriori, come accade con le verifiche della teoria della Relatività di Einstein (verifiche sperimentali di tipo scientifico).
    E' vero, l' economia a volte, se affrontata in modo serio e libero da asservimenti alle oligarchie economiche, politiche e tecnocratiche, può dare grandi soddisfazioni di tipo scientifico, esattamente come la fisica; qui accade da anni.

    A questo punto, rispondo a questi soggetti che spesso vengono qui a trollare con le loro puttanate, chiamandoci "seguaci", fate le vostre verifiche a posteriori sulle cose che vi hanno detto, senza mai uno straccio di teoria o magari con teorie rivelatesi sempre fasulle e spesso asservite, i vostri cattivi maestri.

    Il resto è noia.

    Buona votazione a noi tutti e che si raggiungano i massimi obiettivi; per gli altri, l' augurio è che capiscano una buona volta e si ravvedano!

    RispondiElimina
  4. Dice che st'anno partecipa pure Cochrane, dopo che uno è andato a spiegare sul suo blog che sono i MIA (per sottolineare lo spessore accademico dell'autore di goofynomics...)

    RispondiElimina
  5. Fatto. Già che c'ero, ho proposto come miglior foodblogger Ric Puglisi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Debbo dire che ti ho copiato l'idea:"Per vedere di nascosto l'effetto che fà"

      Elimina
    2. Fatto tutto. Anch'io ho trovato meravigliosa l'idea di trollare Ric Puglisi come migliore foodblogger: stupendo!

      Elimina
    3. E Peppa Pug miglior foodblogger sia

      Elimina
  6. Prof. leggerla così fa un'altro effetto. Mi fa venire voglia di partecipare anche a me, giusto per vedere se l'anno prossimo rimuoveranno anche le sezioni "Miglior community" e "Miglior sito politico-d'opinione"...

    si scherza dai... :D

    RispondiElimina
  7. Grazie davvero di questo nuovo riconoscimento pubblico del nostro lavoro!

    Parlando per me, ma sono sicura anche per gli altri che condividono l'impresa di Vocidallestero, mi sento proprio fiera di far parte di questa grande famiglia degli italiani "che amano il proprio paese", immuni dall'autorazzismo, e di contribuire al progetto con quello che sappiamo fare, e che al primo Goofy Claudio Borghi definì il nostro "lavoro sporco" ... perché non si tratta che di zappare e concimare il campo arido e incolto della grande informazione.




    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un grazie di cuore per il vostro lavoro e un commento: il restyling del sito, apprezzabile esteticamente, diminuisce a mio parere i click ai siti amici se si consulta da mobile. E forse è un indesiderato effetto collaterale. Io insomma preferivo il vecchio sito anche se più bruttino per la spinta che dava ai siti amici.

      Comunque grazie del vostro enorme e splendido lavoro.

      Elimina
  8. Sono d'accordo, come ho espresso nelle votazioni online, Miglior youtuber-videomaker: http://www.byoblu.com/ credo sia doveroso.
    Quelle in grassetto sono ovvie e come tali non andrebbero spiegate, ma grazie alle tue spiegazioni faccio mente locale su tutto quanto hai seminato con pazienza, sacrificio e passione per il nostro paese e il suo popolo.
    Ho proposto un brindisi beneaugurale su twitter con un'ottimo "fil'e ferru".
    Al #MIA17 e alla nostra salute.
    Cin cin

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ero sostenitore di Byoblu fino a poco tempo fa. Ultimamente fatico a capirne la logica: a fianco di interessanti interviste (Fusaro, Lo Monaco, Scardovelli, Foa...) ne trovo altre decisamente strampalate (Gioele Magaldi per citarne uno). Poi non capisco la perdita di tempo in post decisamente di scarsa rilevanza, in primis quelli sulle beghe interne al M5S. Ora siamo all'arca di Noè http://www.byoblu.com/post/minipost/sei-pronto-a-partire.... Detto questo, sono d'accordo che abbia dato una spinta notevole a questo blog.

      Elimina
  9. Fatto, ma ad essere sincero ho trasgredito per ben due volte:

    miglior youtuber, poiché dopo i deliri sui vaccini contenuti in un video di credo giugno ho smesso di seguire byoblu cancellando pure l'iscrizione al canale (sì, lo so, grazie a lui in molti hanno conosciuto, me compreso, Goofynomics però è anche vero che esiste la proprietà transitiva della cazzata: sparane almeno una colossale e da quel momento in poi qualsiasi cosa tu dica sarà percepita, da chi non è ancora correttamente informato, come una cazzata colossale. Cosa molto controproducente quando a passare per cazzate sono cose corrette come quelle che si possono leggere su questo blog. Mi spiace, erano nove scelte proposte, ne ho seguite sette, pazienza...è un mondo difficile. E poi sanno tutti che noi siciliani siamo intransigenti. Eh! Pazienza. Che poi non s'è capito perché la Medicina e la Farmacologia debbano essere trattate alla stregua di cazzate da bar. E' scienza e di quella complicata, non è roba alla portata di tutti, mi spiace...soprattutto non è alla portata di chi una mattina si sveglia e si scopre "espertone" senza mai averne letto un rigo. Inammissibile) e miglior tweeter che secondo me è il prof. Borghi senza ombra di dubbio (e comunque mi spiace ma anche Il Pedante ha scritto un post sui vaccini che minimo mi ha tolto dieci anni di vita. Siccome i mondiali sono il prossimo anno, quest'anno tutti espertoni di vaccini...mi spiace, soprattutto per la delusione di vedere un fine pensatore - su ben altre questioni - cadere così rovinosamente su qualcosa che evidentemente non è campo suo e da cui dovrebbe tenersi alla larga proprio perché evidentemente non è competenza sua. Ripeto: non è che chi si occupa di Medicina o di Farmacologia sia un coglione e chiunque possa parlare di queste materie solo perché è stato vaccinato anche lui. Allora pure io posso disquisire di Astrofisica perché ho guardato le stelle un po' di volte? Rimango senza parole).

    Sicuramente entrambi, byoblu e Il Pedante, hanno grandi meriti e molti altri ne avranno in futuro ma chi la fa fuori dal vaso occupandosi di cose che non gli competono solo perché argomenti "caldi" o solo perché sono stati almeno una volta infilzati da un ago in vita loro io non li posso perdonare.

    Il resto delle indicazioni le ho seguite come chiesto.

    Saluti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piace entrare nel merito, vero?
      Per curiosità, cosa intendi per Consenso Informato? Mi spieghi tutto, poi devo fare come vuoi tu?
      Ti sfugge che vi siano esperti contrari alle lenzuolate di vaccini? (Lenzuolate porta anche sfiga...)
      Non conta cosa penso dei vaccini, conta che non posso più dirlo...(cit.)

      Elimina
    2. Buongiorno Salvatore.
      Credo che tu abbia fatto un errore.
      Anche a me le cose dette/pubblicate da Messora sui vaccini hanno causato una prepotente e subitanea orripilazione. Ma del resto anche in passato mi ero trovato in disaccordo su diverse sue prese di posizione e scelte editoriali.

      Il post del Pedante l'ho trovato molto più cauto sebbene non lo condivida sotto molti aspetti e mi abbia dato parecchio fastidio l'attitudine dell'autore nell'affrontare il tema.

      Tuttavia ora siamo in guerra. Ed i nostri nemici hanno scelto come territorio di battaglia il controllo dei media e l'economia, non la medicina.
      Credo che sia necessario far quanto possibile per aiutare il Prof. (e noi stessi di rimando) senza far troppo gli schizzinosi e senza dividerci su questioni attualmente non fondamentali (anche se ci stanno a cuore).
      Noi che tanto orgogliosamente ci sentiamo parte di questa community dobbiamo saper essere compatti. Che non vuol dire essere una massa di muli ciechi di fronte agli ordini di un "capobranco": a me è capitato addirittura di non essere d'accordo con alcune cose scritte dal Prof. Ma incrinare un fronte comune per delle sottigliezze (o comunque per aspetti non fondamentali) trovo sia un atteggiamento fallimentare.
      La mia critica vuol essere costruttiva, spero tu non ti senta in alcun modo offeso dalle mie parole.

      Elimina
    3. Non voglio parlare nel blog del tema vaccini.
      Tuttavia ho visto i video di byublu e onestamente non sono d'accordo. Nei video che ho visto, mi pare che non si sia atteggiato ad esperto di farmacologia e medicina, ma abbia posto la questione sugli aspetti politici, come del resto lo sono le questioni trattate su questo blog, con la differenza che per l'economia le cose tecniche sono ed erano note, sui vaccini rimangono alcuni ambiti di ricerca non esauriti (ad es. effetto degli adiuvanti, effetti di lungo periodo di 12 vaccini fatti nei primi 15 mesi di vita, reale livello dell'effetto gregge, ecc) per cui il dubbio e la cautela sono d'obbligo.

      E' capitato che Messora dicesse quelle che lui stesso ha ritenuto essere cazzate, ma mi pare che abbia poi chiesto scusa e ritirato i video (ad esempio quando ha preso le difese del m5s quando al parlamento europeo hanno revocato l'immunità a Le Pen).

      Per quanto riguarda Caludio Borghi l'ho indicato come miglior influencer (lasciando il pedante come twitter), d'altra parte ritengo che il suo contributo alla crescita della LN e dell'informazione sia stato e continui ad essere evidente.

      Elimina
    4. Pensa che se stavi nel PDeuero saresti già fuori.

      Elimina
    5. Mi scusi, so che non è questo probabilmente il luogo, né che il pedante abbia bisogno della mia umile difesa, ma, stimolato dal suo post sono andato a leggermi quello incriminato sui vaccini, che avevo perso, e non trovo nulla di quello che lei dice.
      Può essere che i dieci anni di vita li abbia persi già all'incipit ed abbia quindi trascurato di leggere il resto?
      Per parlare di propaganda dell'emergenza e necessità di trasparenza dell'informazione bisogna essere laureati in medicina solo perché si prende spunto dalla vicenda dei vaccini?

      P.S. Io sono vaccinato come lo sono i miei figli, che hanno fatto tutte le vaccinazioni, obbligatorie e facoltative. Sono ingegnere (per questo non c'é vaccino). Mia sorella invece, laureata CTF e impiegata presso multinazionale del farmaco, qualche dubbio ce l'ha...

      Elimina
    6. Onestamente avendo letto il post del pedante mi sento in obbligo di spezzare una lancia in suo favore, benché credo non ne abbia bisogno.
      I quel post il pedante non fa altro che notare, come in un settore che letteralmente scoppia di conflitti d'interesse, ci siano molte zone d'ombra, come il piano nazionale attuato dalla lorenzin non sia il frutto della necessità di fare fronte ad una emergenza ma un programma nato a woshington, poi da estendere a tutta europa.
      Da figlio d'infettivologa posso garantirti che non c'è niente di esoterico nella farmacologia,solo molti interessi, interessi che portano ad eliminare farmaci economici ed efficenti in favore di nuovi prodotti che fanno lo stesso ma costano il decuplo,interessi che creano allarmi su pandemie inesistenti.

      Elimina
    7. Noto che il mio commento ha destato l'interesse di alcuni.
      Cercherò di essere schematico e sintetico:

      Partiamo da il post de Il Pedante: finché ne ho avuto la forza l'ho letto, poi, siccome l'intento di convincere e non quello di far riflettere continuava a risultarmi palese mi sono detto due cose "basta" e "ma non è che questo è il metodo che usa in TUTTI i suoi post?". La prima è stata un gesto liberatorio, più che altro, la seconda invece è una domanda da prendere seriamente: io studio CTF (e ho inchiodato i miei studi per interessarmi di argomenti non inerenti alla mia area di specializzazione: mea culpa, vedrò di rimediare nel più breve tempo possibile. Ma il bagaglio acquisito, soprattutto come capacità di analisi critica e di metodo, mi tornerà comunque utile finché campo. E' innegabile) dunque sono in grado di capire se un testo contiene argomentazioni da bar scritte in maniera forbita o se contiene argomentazioni serie, almeno se si parla di farmaci. Il punto è che potrei non essere in grado di capire se lo stesso metodo viene o meno applicato a TUTTI i testi scritti da Il Pedante (perché non sono tuttologo, ça va sans dire) o solo a quelli di un campo evidentemente non di sua competenza e l'eventualità che tutti i testi suoi possano esser scritti con tale approccio mi lascia sgomento, perché potrei finire col cervello lavato e stirato senza accorgermene.

      Liberi di fare come volete, voi, e libero sono io: io applico il metodo (quello scientifico) e siccome la scienza non è perfetta ma è il miglior strumento di indagine di cui disponiamo, finché chi sostiene certe tesi non dimostra coi metodi della scienza di star dicendo il vero, per me è uno che non ha, evidentemente, un cazzo di meglio da fare. Sbaglierò? Magari sì, chissà! Ma magari no.

      Fra le obiezioni più frequenti che sento o leggo ci sono certamente quelle in cui si lamenta carenza di informazioni specifiche sui vaccini e che chi li produce ci guadagna.

      Due parole in merito alle due obiezioni:

      Elimina
    8. 1) Carenza di informazioni.

      Su questo punto c'è davvero molto da dire ma ho promesso di essere breve quindi parlerò di quella che è la mia esperienza (e dubito sia solo mia): mi è capitato, più volte, di dare alcune spiegazioni sui vaccini e il mio interlocutore, una volta con le spalle al muro (ovviamente...), se ne è uscito dandomi del servo delle lobby. Ora io capisco che studiare sia faticoso (io stesso sto piangendo sangue tipo la madonna di Civitavecchia sul libro di Chimica Organica, 1132 pagine appendici e glossario esclusi, pieno di strutture 3D rappresentate in 2D, tabelle, numeri, grafici e chi più ne ha più ne metta tutti legati a cose che devo immaginare perché vedere atomi, molecole e seguire i movimenti degli elettroni attorno ad essi ad occhio nudo risulta leggermente che non si può fare e che se immagini male una cosa sei fottuto perché non ci capisci più una mazza non solo di quello che viene dopo ma a volte pure di quello che credevi di aver già capito prima) ma che qualsiasi phenomeno si alzi al mattino e venga a spiegarmi che le cose che studio con fatica siano tutte fregnacce mi fa alterare un pochino. E siccome, ribadisco, il metodo è fondamentale, un metodo che è improntato sul convincere e non sul dimostrare (o almeno far riflettere) mi mette nella condizione di dubitare di ogni singola parola di ogni singolo testo che tratti argomenti che non conosco e sui quali è molto più facile, ripeto, fregarmi. La proprietà transitiva della cazzata, insomma: ne spari una colossale e quanto di altro tu potrai mai dire, fosse oro colato, per chi non è ancora informato sarà percepito come una cazzata colossale.

      Esempio: tempo fa ho beccato un terrapiattista che mi ha aggiunto su facebook perché avrà apprezzato qualcosa che ho scritto. Ecco: se uno che crede che la Terra sia piatta e che l'acqua degli oceani sia trattenuta da un muro di ghiacci perenni apprezza quel che scrivo, in che luce mette ciò che io scrivo? Penso in pessima luce ma magari sbaglio io (e me lo auguro se non altro per la mia reputazione).

      2) Chi produce i vaccini ci guadagna. Vero. E ci guadagna molto di più chi invece di investire nella realizzazione di nuovi ritrovati per la prevenzione investe nella realizzazione di nuovi ritrovati per la cura (tant'è che le case che ad oggi producono ancora vaccini sono in tutto quattro di cui la Glaxo è la più grossa ma potrei sbagliarmi, eventualmente accetto correzioni e ringrazio). Esempio banale: guadagna di più un dentista che ti cura un dente marcio o chi produce un tubetto di dentifricio? Ecco, non è che perché chi produce il dentifricio ci guadagna (come è ovvio che sia) mi "pulisco" i denti coi legnetti. Faccio prevenzione (anche perché altrimenti farei anche abbastanza schifo) e ricorro alla cura solo come extrema ratio, non come via maestra. Comunque io aspetto sempre che mi si indichi una professione che esiste non a scopo di lucro. Manco i preti cantano la messa senza la grana ma magari voi saprete indicarmi una professione che esiste senza il fine di far guadagnare, più o meno bene, chi la pratica. Se c'è io non la conosco ma attendo con ansia di colmare la lacuna.

      Elimina
    9. Detto questo, concludo ricordando che ogni preparato farmaceutico viene sottoposto ad un iter di sperimentazione molto complicato la cui funzione è quella di garantire il massimo livello di affidabilità possibile sia pre che post commercializzazione e che gli effetti collaterali di ogni preparato farmaceutico, vaccini inclusi, sono solo ed esclusivamente quelli che, per quanto numerosi, possono essere causati dal principio attivo o dal patogeno o parte di esso contenuti in essi. Esistono degli studi che valutano la relazione struttura-attività di ogni singola molecola (che per quanto piccola possa essere è comunque una struttura di tre dimensioni) che ha una data attività biologica e che quindi non può dare effetti estranei a quelli di tale struttura.

      Esempio pratico: un martello ha una sua funzione, quella di martellare. Può opportunamente martellare la testa di un chiodo (effetto desiderato) ma può anche martellare un dito (o qualsiasi altra cosa - effetto indesiderato) ma di certo non può esplodere o volare o che altro. Il martello martella. Lo stesso vale per i preparati farmaceutici (anche se evidentemente si parla di situazioni più complesse di un martello che martella) che possono dare solo un numero finito di effetti, per quanto numerosi possano essere, e solo quelli: nel caso di un vaccino, più di una reazione allergica può succedere che causa la patologia che doveva prevenire o che non dia alcuna protezione poiché shit happens. Ma un vaccino che causa l'autismo (che poi non è un singolo disturbo ma una pletora di disturbi dello sviluppo annoverati tutti sotto la dicitura "autismo" un po' come "pazzia" che mica è un singolo disturbo) è come un martello che comincia a volare cantando l'omonima canzone. Dati alla mano, ovviamente: non esiste alcuno studio scientifico serio che abbia mai provato una correlazione fra vaccini e autismo (o SLA, che va meno di moda ma alcuni complottardi parlano pure di SLA) tutt'al più studi che la smentiscono. Ed è ovvio che sia così, altrimenti nei foglietti illustrativi sotto le voci "effetti terapeutici" e "effetti indesiderati" ci sarebbe scritto "incrocia le dita".

      E comunque esistono professori universitari e libri la cui funzione è quella di spiegare queste cose. Voi stessi per capire l'economia siete venuti da un professore di economia specializzato in macroeconomia. Mica siete andati dal carrozziere. Ed è un professore che usa dati ufficiali, mica se li pesca lui dal cilindro magico. Semplicemente ci spiega come la materia di cui è specialista viene usata contro di noi.

      Pertanto raccomando di rivolgervi a specialisti degli altri settori di cui volete sapere di più. Ovviamente, credo sia ovvio ma non si sa mai, gli specialisti radiati dai rispettivi albi non sono da ritenere affidabili.

      Mi si perdoni per l'aver dovuto spezzare in tre il commento ma accorciare troppo, a volte, fa più danni di quanti problemi risolve.

      Saluti.

      Elimina
    10. Senza poi aggiungere che gli organi di farmaco vigilanza sono molto spesso composti da membri di aziende farmaceutiche, sai la storia dell'oste e il vino dovrebbe insegnarci qualcosa, per di più si cerca in tutti i modi di far passare il morbilo come un epidemia di peste bubbonica, date le circostanze a me qualche dubbio inizia a sorgere.

      Elimina
    11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    12. Salvatore, non ci credo che seguivi ByoBlu e hai smesso quando si è esposto suo vaccini, è chiaramente una farsa la tua e neanche rara visto che ora va di moda infangare qualcuno partendo dal presupposto "ci eravano tanto amati" *-.- in primis per lo sforzo che hai fatto nel comunicare questa tua grande e importante scelta, secondo, perché seguo ByoBlu e non ho mai letto ne ascoltato una sola frase sua che possa essere scambiata per no-vax, come del resto succede alle mamme, ai medici, ai premi Nobel e agli accademici che hanno voce in capitolo ma che gli viene tolta con questa infame etichetta; Messora ha sempre parlato dell'obbligatorieta, del modo in cui si costringe una popolazione intera a sperimentare un metodo, prendendo come scusa la bufala dell'emergenza morbillo, non mi sembra sia mai entrato nel merito dei dati scientifici per dire che i vaccini non vanno fatti.
      Quello che più mi ha angosciato però, è leggere un commento del genere in un blog come questo, dove vige l'onestà intellettuale e il rispetto, che è poi l'arma migliore per chi cerca di fare divulgazione fuori dal meinstream.
      Mi sono rovinato il pomeriggio con questo tristissimo tentativo di infangare ancora una volta un paladino della libertà e dei diritti come è Claudio Messora

      Elimina
    13. @Filippo: lascia perdere: conosco Salvatore da prima di te, sei fuori strada.

      @Salvatore, solo tre cose (poi ci torno con più calma)

      [1] Giavazzi è più bravo di me e molti economisti non capiscono nel 2017 perché io ho detto nel 2011 quello che lui ha detto nel 2015.

      [2] ti ricordi la SARS? Ricordi come ne parlavano i media? Ha fatto più o meno morti del morbillo?

      [3] se i vaccini erano così necessari da essere imposti con sanzioni pesantissime, perché ne sono stati tolti due dalla lista? Evidentemente, o non erano così necessari, o il nostro governo non tiene così tanto alla nostra salute. Mi rendo conto che questo non è Burioni ma solo Aristotele (del resto, né io né te siamo epidemiologi). Tuttavia, il problema dovrebbe essere chiaro.

      Se c'è una cosa che vorrei aveste imparato qui è che non esiste in NESSUN ambito dello scibile una dimensione puramente tecnica.

      Elimina
    14. Alcune considerazioni:
      - essere uno studente di un corso non vuol dire aver compreso la materia ed esserne un esperto (altrimenti tutti i laureati in economia dovrebbero aver chiaro cosa sia l'EURO);
      - essere uno studente di un corso non garantisce sulla onestà intellettuale del corso; il prof. Bagnai ha lamentato come gli articoli possono essere scelti/rifiutati anche su base ideologica, e dato che un professore fa carriera sulla base delle proprie pubblicazioni, i professori più allineati con le ideologie accettabili hanno maggiore probabilità di insegnare e trasmettere le proprie idee allineate;
      - capire tecnicamente come funziona uno strumento (unione monetaria o vaccino) non vuol dire comprenderne il fine (politico);
      - conoscere la chimica organica non permette di comprendere come certe molecole interagiscono con la biologia umano/animale, così come la conoscenza della contabilità non permette automaticamente di comprendere la macroeconomia;
      - un martello in un ambiente controllato non esplode, ma se finisce in una turbina di un aereo martellerà sì comunque, ma fa anche diversi danni, alcuni prevedibili, altri imprevedibili;
      - valutare la possibilità si essere oggetto di manipolazione da parte de Il Pedante è leggittimo, ogni tanto penso la stessa cosa del prof, poi senti le cazzate (oggettive, tipo salari reali calcolati usando il cambio) che dicono gli altri e penso: magari non avrà l'assoluta verità, ma almeno ci va più vicino degli altri;
      - l'uso del dentifirico non è stato reso obbligatorio pena la perdita della patria potestà e addirittura posso scegliere quale dentifricio usare, i vaccini invece non solo sono obbligatori ma non posso nemmeno sceglie quale usare a parità di effetto (in questo caso il mercato non è mio pastore);
      - non mi risulta che al ministero della salute ci siano dirigenti che appartengono al CdA di una fondazione di una azienda dentifricia o di una ferramenta;
      - non mi risulta che l'Italia sia stata nominata come apripista per l'igiene dentale o per lavorazione artigiana del metallo da uno stato in cui il sistema lobbistico è legale;
      - la statistica, usata nel metodo scientifico, prevede la presenza di outlier che se trattati in modo opportuno non inficiano tutto il campione sperimentale. Così come un caso di encefalopatia (per altro presente nei bugiardini) non autorizza a dire che tutti i vaccini in tutti i casi la provocano, così un caso di esternazione di una cazzata non autorizza a ritenere tutto ciò che uno dice sia una cazzata (autorizza però a farsi venire il dubbio e quindi a verificare in modo più approfondito).

      PS: in ogni caso, se ritiene, può sempre commentare i post de Il Pedante per portare le sue argomenatazioni, ne gioverebbero il dibattito a riguardo, specialmente per chi come me sa di non sapere.

      Elimina
    15. Scusate ho fatto confusione con i post...

      Però scrivo anche per farvi sapere che questa frase mi ha fatto recuperare il buonumore, buonumore che perdo giornalmente, ogni volta che mi cade l'occhio su un'articolo da "Debunker", quindi Alberto sentiti fiero anche per questo risultato, riuscire a infondere serenita con una semplice frase non è da tutti, thx:

      "Se c'è una cosa che vorrei aveste imparato qui è che non esiste in NESSUN ambito dello scibile una dimensione puramente tecnica."

      Elimina
    16. @Salvatore (anche se dubito che questo commento passi): sulla questione vaccini sono colpevolmente ignorante, quindi agnostica. Lo preciso solo per chiarire che non m'interessa difendere una posizione piuttosto che l'altra. Su una cosa ti do' totalmente ragione e mi colpisce che tu l'abbia notato: "ma non è che questo è il metodo che usa in TUTTI i suoi post?"
      E' esattamente quello che anche io trovo, da sempre, in quel blog. L'autore ha una penna di abilità consumata, che gli invidio sinceramente, maneggia con scioltezza ed eleganza la retorica e la psicologia in tutti i toni del discorso, con tutte le conseguenze del caso.

      Grazie alla tecnica praticamente perfetta, il controllo sull'effetto del discorso è gelido e smaliziato: sa gratificare un pubblico frustrato dall'impoverimento, dall'incertezza, dalla perdita o dal tradimento dei propri punti di riferimento abituali, le cui contraddizioni mai affrontate gliene offrono del resto ogni occasione. Facilita l'approccio grazie a un tono piano e apparentemente chiaro e semplice, riuscendo a non spaventare al primo incontro, rendendo dapprima docile il lettore grazie all'impressione di poter finalmente mettere parole sul suo disagio; conquistandone cosi' la fiducia cui segue la concordia. A quel punto il lettore diviene seguace e al caso fors'anche furioso senza mai avere scorto il persuasore.

      A cio' si accompagna, ovviamente, altrettanta sapienza nell'evitare, con opportune dosi di vaghezza e imprecisione, qualsiasi appiglio legale o semplicemente puntuale su un passo preciso del discorso.

      E' un blog politico e di orientamento su ogni aspetto della vita e del pensiero, il tema dell'EUro-pa ne è soltanto la superficie.

      La tua frase descrive come meglio non si potrebbe fino a che punto tale operazione sia perfettamente riuscita.
      Quasi quasi gli chiederei lezioni di "scrittura".

      Elimina
    17. Cercherò di rispondere a più punti possibile partendo dal commento del prof. Bagnai.

      Vado a ritroso, dal terzo punto al primo.

      Tempo fa, su twitter, mi è stato chiesto di dire la mia sul perché sia stata introdotta l'obbligatorietà per ulteriori vaccinazioni oltre alle vecchie solite (polio, tetano, ecc.) e ho risposto che, sicuramente, tale scelta dipendesse dal fatto che siamo nel mezzo di una "invasione" di persone provenienti da Paesi del mondo in cui la tutela della salute è scarsa se non inesistente e che un SSN, come quello italiano, soggetto a ripetuti tagli e vincolato dalla Costituzione a dover garantire le cure a tutti deve necessariamente essere aiutato con un forte piano di prevenzione (che non è perfetta ma sicuramente riduce il numero di contagi dunque il rischio del collasso del SSN stesso). Volendo però essere il più oggettivo possibile ho raccomandato di dare una occhiata al sito dell'AIFA, l'Agenzia Italiana del Farmaco, poiché certamente lì bisognava cercare le risposte. Ebbene è stato trovato questo documento che dimostra che la materia l'ho capita (e non solo la mia, pare...vero Max? La chiudo qui). Giustamente si potrebbe dire che solo questo non giustifica pienamente l'obbligatorietà. Se aggiungo che, secondo i dati ufficiali, l'Italia è il Paese "civile" fra quelli in cui meno si ricorre alla prevenzione vaccinale? Beh l'obbligo comincia ad essere giustificato: diserzione delle vaccinazioni, "invasione" da Paesi poveri dove la prevenzione si fa solo attraverso piani umanitari e tagli della spesa per il nostro SSN. L'obbligo nasce da questo (documento ufficiale dell'AIFA alla mano). Certo è interessante la modifica del decreto. La mia analisi è la seguente: premettendo che certamente la modifica sia almeno in parte un maldestro tentativo di chiudere la falla di consensi attualmente aperta nello scafo della "nave PD" (lo vediamo anche con l'immigrazione: sono diventati tutti leghisti, adesso), non esiste alcuna epidemia di meningite (è nei dati: l'Italia è fra i Paesi europei con l'incidenza più bassa, forse la più bassa, di tutta la UE, ben al di sotto di Paesi come Francia e Germania, ad esempio) ma, tornando al discorso tagli, un contagio porta con sé degli evidenti costi in quanto si rende necessario fare la profilassi preventiva su --> tutti <-- gli individui entrati a contatto con il contagiato.

      Elimina
    18. Faccio un esempio pratico: una livornese di 34 anni è stata contagiata ad aprile. Questa la lista dei luoghi che ha visitato e dove può aver a sua volta contagiato qualcuno:

      MASSA E CARRARA
      - L'8 aprile dalle 21.30 alle 2.30 del 9 aprile, si trovava al Festival Irlandese a Carrara Fiere.
      - Dalle 2.30 alle 3.30 di domenica 9 aprile al Pub Johnny fox’s di viale Colombo a Marina di Carrara.
      - Dalle 3.30 in poi all’ostello Apuano di via delle Pinete, 237 a Marina di Massa.
      LIVORNO E PISA
      - 05.04.2017 aperitivo presso La Vela viale Italia Livorno e cena al Decimo Porto Piazza Mazzini Livorno;
      - 08.04.2017 ore 01.30 pub La Volta a Pisa in Piazza delle Vettovaglie
      - 10.04.2017 cena al ristorante “Melafumo” Livorno via Mentana
      - 11.04.2017 serata al pub Le Scimmie di Tirrenia dalle ore 22.00 fino alle 24.15 circa
      - 12.04.2017 prima ritrovo presso il Ristorante “Il Tegolo” a Livorno in Piazza Garibaldi e successivamente Pub La Sentina Scali delle Cantine 3 a Livorno nel quartiere La Venezia
      - 13.04.2017 bar Civili Livorno dopo cena
      - 14.04.2017 ristorante “La Bua dell’orata” Scali Novi Lena, Livorno
      - 14.04.2017 pub Le Scimmie Tirrenia la sera da 00.35 alle 02.30
      - Bar Sardelli (Livorno): dopo le 02.30 del 15.04.2017
      La ragazza, inoltre, frequenta vari corsi di fitness femminile presso la Palestra “Accademia dello Sport” di via Garibaldi Livorno. Ha frequentato nelle seguenti date la palestra: - 05-04.2017 ore 10.57 entrata; - 06.04.2017 ore 17.26 entrata; - 07.04.2017 ore 18.49 entrata; - 10.04.2017 ore 17.45 entrata; - 11.04.2017 ore 18.48 entrata; - 13.04.2017 ore 18.54 entrata; - 14.04.2017 ore 17.54 entrata.
      Quante persone saranno? Centinaia? Un migliaio? Questo è il problema della meningite: è una patologia tanto rara quanto pericolosa ma a seguito di un singolo contagio accertato bisogna fare la profilassi al mondo intero.

      Elimina
    19. Aggiungiamo che il vero problema che viene taciuto è che gli antibiotici sono sempre meno efficaci (emblematico il caso della tubercolosi, ma visto che il vaccino non è stato introdotto non ne parlerò) dunque l'importanza delle vaccinazioni risulta ancora più elevata, poiché dà la possibilità di ridurre l'uso degli antibiotici (il meningococco è un batterio) e fa guadagnare tempo nella ricerca di nuovi e più efficaci strumenti di cura. Ma, come specificato all'inizio, probabilmente gli interessi di bottega hanno prevalso e il decreto è stato modificato per rallentare il processo di fuga di consensi.

      Penso si possa passare al punto due: ricordo la SARS e ricordo anche la suina ma ricordo anche cosa mi hanno insegnato i miei professori: per evitare il panico nella popolazione, le informazioni relative alle epidemie vanno rilasciate con molta prudenza. Di meningite non si è parlato con prudenza (perché non c'è una epidemia) ma probabilmente il terrorismo era ed è mirato a ridurre i contagi spingendo la gente a vaccinarsi e non intasare il SSN, ripeto. Certo, nel processo chi fa i vaccini ci guadagna (ma chi fa i vaccini fa generalmente anche le cure e fare la profilassi a centinaia di persone solo perché erano nello stesso posto di una singola persona contagiata fa un monte di soldi comunque)

      Non dico che sia giusto, attenzione: semplicemente mi limito a constatare un fatto, ossia che in un quadro di riforme liberiste improntate quindi sull'austerità, i tagli espongono il SSN ad un rischio collasso che viene sensibilmente ridotto imponendo la prevenzione (che prima era consigliata perché il SSN poteva gestire i contagi con molta più facilità). Le pesantissime sanzioni servono a rendere effettiva tale obbligatorietà.

      Una nota però sul morbillo. Questa patologia è trattata con molta leggerezza poiché in Italia non rappresenta rischio di esplosione di mortalità ma in Africa solo di morbillo si stima siano state salvate, attraverso le vaccinazioni, persone per un ammontare di oltre 20 milioni di individui (i
      dati sono qui
      ) a parità di altre condizioni igienico-sanitarie. Quindi i vaccini funzionano eccome e il morbillo non è affatto una patologia da prendere alla leggera.

      Vengo al punto 1: io non sono un economista e non so come sia l'ambiente di un economista. Però studio CTF e so come funziona "dalle mie parti": la gente finisce in gabbia e le baggianate che erano state diffuse vengono eliminate. E ci finisce per un motivo molto semplice: il metodo scientifico prevede la riproducibilità di un esperimento e quando questo non risulta essere riproducibile subito partono le indagini. Due esempi? Subito: la bufala di una rarissima forma di autismo legata al vaccino trivalente (oggi degenerata in "i vaccini causano l'autismo") e la bufala del resveratrolo, la sostanza che rende rosso il vino, che si diceva possedere proprietà miracolose e poi è stato visto che erano tutte balle (dunque la polizia ha perquisito i laboratori, ha trovato delle e-mail incriminanti nei PC e tutti in gabbia).

      Non so se gli economisti abbiano maggiori margini per mentire, probabilmente sono più soggetti al plagio per via del fatto che l'economia non è regolata da leggi naturali, però so che mentire, per chi lavora con le provette, è molto difficile.

      Solo due appunti su due affermazioni molto stupide che ho letto sopra:

      Una fra le tante sciocchezze scritte da The Max però non la posso ignorare: la patria potestà viene sospesa, non persa. Spero di non dover spiegare la differenza.

      Gli altri li ho ignorati deliberatamente.

      Saluti.

      Elimina
    20. Vedo che i vaccini hanno invaso anche goofynomics. Caro Salvatore, è impossibile discutere punto per punto quello che hai scritto. Mi limito a farti notare la cosa più importante. Ci si può fidare di un economista e non di un immunologo o di un ministro perché il primo non ha conflitti d'interessi, il secondo ne ha molti. Il primo ha dimostrato con 75 (o più) QED che ha ragione, il secondo sa solo dire che ha ragione. Quasi nessuno è anti-vax, ma molti sono consci che niente viene fatto ultimamente per il nostro bene, e siccome più indizi fanno una prova, soprattutto quando girano tanti soldi, dubitare è fortemente lecito.

      Elimina
  10. Ho seguito tutti i 9 suggerimenti. Aspetto reminder per votazioni finali.

    RispondiElimina
  11. Fatto.
    Anche se, in tutta onestà, la mia community preferita è quella di Sesso Droga&Pastorizia, più vicina al mio universo culturale.
    Ma la linea del partito viene prima delle ragioni del cuore, e quindi goofy sia.
    Venceremos, adelante!

    RispondiElimina
  12. Fatto, meno Lercio (che non incontra i miei gusti) al cui posto ho nominato Borghi miglior personaggio/influencer

    RispondiElimina
  13. Prima ti ignorano, poi ti irridono, poi ti combattono. Poi vinci.

    Terzo punto raggiunto e confermato.
    Bye. Gila

    RispondiElimina
  14. Fatto ed inoltre miglior sito di satira: corriere.it

    RispondiElimina
  15. Credo che non possa neanche essere sottovalutata l'opera di Barra Caracciolo, in quanto riesce ad aggiungere al discorso generale quei fondamentali aspetti giuridici con i quali, tanto per fare un esempio, volevano raggirarci in occasione del referendum renziano.
    P.s. L'Istituto del Bambino Gesù ha dovuto fare a meno negli ultimi anni, del mio modesto contributo 5xmille, d'altronde la Chiesa ha tante "risorse" ed Asimmetrie no.

    RispondiElimina
  16. Dopo il 5 x 1000, vado per la prossima missione dunque. Sarà un onore come sempre.

    RispondiElimina
  17. Done (of course).
    Ne ho votati 10. Il decimo è Ric Puglisi come miglior food-blogger: ieri sera girava l'idea su TW tra il serio e il faceto e io ho scelto il faceto. Ma che dico? Il serio.

    RispondiElimina
  18. mentre il vesuvio brucia ho votato + ho donato ad asimmetrie

    RispondiElimina
  19. Grazie Prof. Lei ha migliorato la qualita' della vita a molti di noi, e non e' poco, anzi e' tutto.

    RispondiElimina
  20. Votato! Segnalo anche la scomparsa dell'ambita categoria "miglior cattivo online".

    RispondiElimina
  21. Votato... l'unica eccezione è stata per la pagina fb dove non potevo non votare "Sarrismo gioia e rivoluzione"

    RispondiElimina
  22. Fatto (e tra non molto arriva un modesto gruzzoletto che ho messo da parte per a/simmetrie). Comunque dopo il voto alle amministrative sono tutti diventati leghisti ed euroscettici; all'improvviso si parla di tetto all'immigrazione, si contestano le ONG (fino a ieri il procuratore Zuccaro veniva massacrato solo per aver sollevato il tema) si parla di abolire il fiscal compact e il pareggio di bilancio (lo fanno anche i più insospettabili). Questo ci dimostra (ma lo sapevamo già) che i nostri nemici hanno paura fottuta delle elezioni; ci hanno mostrato il loro fianco debole, ed è lì che dobbiamo colpire con violenza alle prossime elezioni.

    RispondiElimina
  23. Buongiorno professore, fatto e ancora grazie per tutto quello che fa, con il 5%° ho già contribuito, credo che presto farò un piccolissima donazione il 27 di ogni mese.

    RispondiElimina
  24. Miglior Personaggio-Influencer : Prof. Alberto Bagnai

    RispondiElimina
  25. Fatto.
    Anche io ho aggiunto Claudio Borghi come personaggio-influencer vista la qualità, oltre alla quantità, della sua presenza in video.
    Ma il Marione come Miglior Disegnatore-Vignettista no?

    RispondiElimina
  26. Eh va bene, giochiamo... votato fatto e finito.

    Inoltre:
    - Miglior Sito di Satira: www . corriere . it (grazie @Tricolore Italiano per lo spunto)

    - Miglior Battuta: https://twitter.com/ArsenaleKappa/status/885236082073362435

    RispondiElimina
  27. Considero questo un dovere civico, come il 5 per mille a Goofynomics. Eseguito alla lettera.

    RispondiElimina
  28. Fatto e condiviso. Indicata a/simmetrie come destinataria del 5 per mille in dichiarazione redditi e fatto versamento fisso mensile con PayPal, as usual ! Avanti con coraggio.

    RispondiElimina
  29. Dato che non potevon non indicare il pedante ho espresso queste condidature:

    http://ilpedante.org/ come miglior sito

    http://vocidallestero.it/ come miglior sito Divulgativo

    RispondiElimina
  30. Non commento mai ma quest'anno ho dato tutto: voto + 5x100 + donazione fissa annuale per asimmetrie. Spero in futuro di poter fare di più anche se non sarà mai abbastanza per quello che il Prof e voi tutti state facendo per me, la mia famiglia, la mia terra.

    Danilo.

    RispondiElimina
  31. Miglior youtuber, se si può, @IoFausto (Messora, grazie no)
    Miglior hashtag #italexit
    Miglior pagina FB Claudio Borghi Aquilini https://www.facebook.com/claudioborghiaquilini.page/

    Eh lo so...so noiosa

    RispondiElimina
  32. Lo sai che poi l'anno prossimo non ci sarà più nemmeno la categoria "miglior sito politico-d'opinione"; e l'anno ancora a seguire " miglior community", e così via... :-)

    RispondiElimina
  33. Fatto! Ci vediamo a Milano... :)

    RispondiElimina
  34. Votato. Ora posso andare in spiaggia.

    RispondiElimina
  35. Votato , fatto il mio dovere ,mi son fatto prendere la mano foodblogger ric Puglisi

    RispondiElimina
  36. Miglior youtuber-videomaker: http://www.byoblu.com/
    L'avevo sottolineato proprio perchè avrebbe fatto discutere e proprio perchè avrebbe toccato "il nervo scoperto della scienza". Non dico altro perchè mi è bastato leggere la discussione e non sarei pacato. Ciò che mi è dispiaciuto di più è sentire le illazioni sul post del Pedante.
    Lui è un'altra persona speciale (...avercene, dice non a caso Alberto nel post seguente) e sa eventualmente ribadire meglio di me le sue ragioni.
    Il resto delle votazioni è andato, come doveva andare e come è giusto che vada.
    Ancora, buon #MIA17 a tutti.

    RispondiElimina
  37. Solo per confermare come Miglior youtuber-videomaker: http://www.byoblu.com/
    non fosse altro che per il fatto che mi ha fatto conoscere questo blog!

    RispondiElimina
  38. Fatto. E come miglior sito LGBT ho messo albertobagnai.it, tanto per non far capire che la votazione era telecomandata.

    RispondiElimina
  39. Ho fatto il mio dovere di cittadino, ho votato.

    RispondiElimina
  40. Eseguito! E 5 per mille ad Asimmetrie...

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.